Notizie Anno Precedente >



Tackling sexual orientation and gender identity discrimination: next

steps in EU and Member State policy making


Bruxelles - 28 Ottobre 2014


il 28 ottobre a Bruxelles Polis Aperta ha partecipato con un membro del proprio consiglio direttivo ad una conferenza contro i crimini d'odio verso le persone lgbtqi organizzata dal semestre italiano di presidenza dell' UE , dalla FRA (fundamental rights agency) e dal Consiglio d'Europa.

Link: Tackling sexual orientation and gender identity discrimination: next steps in EU and Member State policy making | European Union Agency for Fundamental Rights





Lettera di Polis Aperta all'On. Buonanno

9 Ottobre 2014


On. Buonanno, le scrivo quale Presidente della Associazione Polis Aperta, che è composta da appartenenti alle Forze armate ed alle Forze dell’Ordine LGBT.

E' il momento di dire basta!

Basta ad insulti contro la Comunità LGBT, l’uso e l’abuso di termini come “frocio”, anche se indirizzate ad un soggetto specifico, sono reiterate offese ad ogni persona che non si riconosce nell’accezione di eterosessuale. Per chi come noi serve il Paese in divisa, e giorno dopo giorno mette a repentaglio la propria vita per difendere la collettività, ed anche persone come Lei, che godono di una protezione speciale, proprio in virtù della rappresentanza istituzionale che Lei ricopre.

Le dico cosa siamo. Noi siamo Lesbiche, siamo Gay, siamo Bisessuali e Transessuali, ma siamo anche Poliziotti, Carabinieri, Finanzieri, Soldati, Vigili del Fuoco ed appartenenti alla Polizia Locale.
Noi rappresentiamo il nostro Stato come dovrebbe rappresentarlo Lei. Noi chiediamo rispetto in quanto esseri umani il cui solo crimine è quello di Amare qualcuno del nostro stesso sesso. Noi siamo in pattuglia, sediamo risse, arrestiamo criminali, interveniamo quotidianamente su decine di situazioni problematiche, e siamo sempre in prima linea, veniamo feriti e diamo la nostra vita per difendere qualcosa di più grande di noi, qualcosa che ci rappresenta tutti, qualcosa che rispettiamo e che dovrebbe rispettarci, in quanto cittadini, in quanto esseri umani.

LEI CI DEVE RISPETTO, Lei rappresenta la nostra Nazione, e la rappresenta di fronte ad altre 27 Nazioni Europee, e noi siamo con Lei ogni giorno, siamo con Lei quando le facciamo la scorta e quando blocchiamo oppositori politici o semplici esaltati che la vogliono aggredire. Le chiediamo di eliminare dal suo linguaggio determinate parole, non le chiediamo di cambiare idea sul tema Diritti LGBT, le chiediamo solo di rispettarci, le ricordiamo un vecchio aforisma, un tempo attribuito a Voltaire “Disapprovo quello che dite, ma difenderò fino alla morte il vostro diritto di dirlo”.

Urlare “frocio” a qualcuno non è libertà di espressione, è maleducazione, è ignoranza, è intolleranza. Urlare “frocio” per qualificare qualcuno è aberrante quanto usare il termine “negro”. Noi non siamo “Froci” siamo Esseri Umani, se lo ricordi quando domani guarderà in viso un nostro collega che la sta difendendo.

È veramente così importante chi questi ama?

Simonetta Moro
Presidente di Polis Aperta




Incontro con l’OSCAD e assemblea dei soci

Roma - 3 e 4 Ottobre 2014


Si è tenuta a Roma ospiti dell' O.S.C.A.D. Presso il Ministero dell'Interno – Direzione Centrale della Polizia Criminale la seconda assemblea annuale dei soci preceduta nella giornata di venerdì 3 da un incontro tra tutto lo staff dell'O.S.C.A.D. ed il consiglio direttivo allargato ad alcuni soci nel corso del quale ci sono stati mostrati alcuni interessanti dati sull'attività dell' Osservatorio, in particolare in ambito di crimini d’odio lgbt sono stati effettuati 16 arresti, 44 denunce e 7 identificazioni. Si ricorda che la segnalazione all’O.S.C.A.D. non costituisce denuncia, la quale deve essere comunque formalizzata presso questure e commissariati di Polizia o stazioni e caserme dei Carabinieri, ma l’Osservatorio, se contattato dalla vittima in prima istanza, può essere d’indirizzo affinché le sia garantita, da parte dell’organo preposto alla ricezione della denuncia, tutta la sensibilità che un caso di omofobia o trans fobia può richiedere.

E’ stato interessante sapere che in ambito di segnalazioni lgbt, sono le associazioni che contattano più frequentemente l’Osservatorio, mentre pochissime segnalazioni pervengono direttamente dai cittadini. Ciò potrebbe essere indice sia di una scarsa conoscenza da parte dei cittadini di questo strumento, sia di una sfiducia che ancora permane nei confronti delle forze di polizia da parte della comunità lgbt. Fondamentale risulta quindi la mediazione delle associazioni per portare le persone lgbt a denunciare i reati subiti e a beneficiare del prezioso ruolo dell’O.S.C.A.D. affinché il caso venga affrontato e risolto senza ulteriori danni per la vittima.

Da parte dello staff dell’O.S.C.A.D. è stato anche espresso l’intento di combattere possibili discriminazioni all’interno delle forze di polizia ai danni di colleghi lgbt ed è giunto forte l'incoraggiamento ed il sostegno a proseguire nel nostro cammino di visibilità. Tutto questo é stato possibile grazie ai buonissimi rapporti maturati nel tempo, con la reciproca conoscenza e la fiducia accresciute nelle occasioni di confronto e di lavoro comuni nel campo della formazione.

E’ attraverso la formazione, infatti, che l’O.S.C.A.D. si prefigge un cambiamento culturale all’interno di Polizia e Carabinieri e, oltre al corso per figure apicali rivolto a circa 60 funzionari di PS e ufficiali di CC a cui ha partecipato anche Polis Aperta lo scorso aprile, ad oggi sono state toccate dallo staff dell’Osservatorio già 9 scuole di Polizia per un totale di 1850 agenti che hanno seguito un modulo sulle tematiche lgbt di 5 ore. L’intento è quello di continuare a estendere e a incrementare la formazione sul tema lgbt dopo questi primi passi, peraltro importantissimi e inimmaginabili fino a qualche anno fa.

Nel corso dell'assemblea, la più partecipata nella storia dell'associazione, si è ricordata l'attività svolta nell'anno in corso, con particolare riguardo all'aspetto della formazione, sono state approvate alcune modifiche allo statuto associativo e sono stati tracciati i passi per i prossimi importanti avvenimenti nel breve – medio termine, in particolare l’organizzazione della prossima assemblea in concomitanza con la riunione in Italia dell’E.G.P.A. (European Glbti Police Association), che potrà essere occasione di coinvolgimento e di dibattito con istituzioni e comunità lgbt e in cui festeggeremo i dieci anni di Polis Aperta. Prima della conclusione è intervenuto per un saluto Andrea Maccarrone presidente del Circolo Mario Mieli.





















4a Conferenza del gruppo informale LGBT dei paesi NATO

Stoccolma - Luglio e Agosto 2014

Polis Aperta ha partecipato con un proprio rappresentante militare ai lavori della 4a conferenza del gruppo informale LGBT dei paesi NATO, che si sono svolti a Stoccolma dal 30 luglio al primo agosto sotto il patrocinio del Ministro della Difesa svedese che, unitamente a tutto lo Stato Maggiore, il giorno 2 agosto ha sfilato al Pride nazionale in testa al gruppo delle forze armate svedesi in divisa.








Pride Village

Padova - Luglio e Agosto 2014


Polis Aperta raddoppia! Anche quest'anno siamo stati presenti al Padova Pride Village ma con due serate, la prima il 12 luglio e la seconda il 23 agosto. Ringraziamo tutto lo staff della manifestazione  e del circolo Arcigay Tralaltro per la calorosa accoglienza.





Congresso EGPA

Berlino - Giugno 2014


“Be a part of us" con questo slogan si aprirà domani 18 giugno 2014 la 7a Conferenza Internazionale della European Gay Police Association (EGPA) che si terrà a Berlino sotto il patrocinio del Sindaco della città e con la partecipazione del Ministro dell'Interno della Germania e di alte cariche della Polizia tedesca ed organizzata in collaborazione con Velspol, l'associazione di polizia LGBT della Germania. Sono attesi circa 200 partecipanti dalle varie Polizie del vecchio continente ed alcuni rappresentanti anche da Usa e Russia.

I topics della conferenza verteranno sui crimini d'odio contro le persone LGBT con particolari approfondimenti sulla transessualità nelle forze di polizia ed un'ampia finestra sulla situazione nei paesi dell'est europeo ed in Turchia. Si parlerà anche dell'esperienza berlinese sugli ufficiali di collegamento LGBT e si celebreranno i 10 anni dell'EGPA, fondata nell'estate 2004 ad Amsterdam.

Il magazine della conferenza è consultabile al link seguente http://www.egpa2014.com/14.html 

E anche stavolta Polis Aperta, l'unica associazione che riunisce gli appartenenti alle forze dell'ordine ed alle forze armate LGBT italiani, sarà presente per fare tesoro di buone prassi e buoni consigli con una comitiva di 10 iscritti tra cui spiccano coloro che, dopo le esperienze di Vienna 2010 e Dublino 2012 ed autorizzati dai rispettivi corpi di appartenenza, parteciperanno indossando l'uniforme: Simonetta Moro, presidente di Polis Aperta, della Polizia Locale di Bologna, Salvatore Miceli della Guardia di Finanza, Gabriele Guglielmo della Polizia Locale di Torino e Fabio Scaravonati della Polizia di Stato.

In particolare la partecipazione per la prima volta di un appartenente della Polizia di Stato in divisa ad una conferenza dell'EGPA è motivo di grande soddisfazione per tutta l'associazione che per questo rivolge un sentito grazie al Capo della Polizia, Prefetto Alessandro Pansa ed all' Oscad (Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori) con cui Polis Aperta si pregia di collaborare.

Fabio Scaravonati così dichiara: “ Il supporto dell'Oscad e delle valide persone che lo compongono è stato prezioso per ottenere il permesso di indossare ufficialmente la divisa al prossimo evento berlinese.

Un passo significativo per i colleghi e le colleghe LGBT che creerà un importante precedente per tutti coloro che in futuro vorranno partecipare agli eventi dell'associazione indossando la divisa della Polizia di Stato, quella divisa che portiamo con professionalità ed impegno, con tante responsabilità e a volte con tanto rischio e sacrificio. Siate fieri di ciò che siete! “

La conferenza si concluderà sabato 21 giugno con una cerimonia in memoria delle vittime omosessuali del nazismo e con la sfilata del gay pride in cui il gruppo dell'EGPA marcerà unito ed i membri di Polis Aperta sfileranno sventolando la bandiera italiana ed indossando la maglietta col logo associativo. 
 
Il Direttivo di Polis Aperta
.









Seconda Settimana Reggiana Contro l'Omofobia

Reggio Emilia - 15 Maggio 2014


Polis Aperta è stata invitata alla Seconda Settimana Reggiana Contro l'Omofobia, organizzata dall'Arcigay Gioconda di Reggio Emilia.

Il 15 maggio presso la Gabella di via Roma, la presidente Simonetta Moro, insieme a un'agente della polizia locale e a un militare dell'associazione, sono stati i protagonisti del dibattito "We ask and we tell!" e hanno fatto il punto, insieme alla comunità locale, sulla visibilità delle persone lgbt in divisa nelle forze di polizia e nelle forze armate in Italia.








Riunione EGPA

L'Aja - 10 e 11 Aprile 2014

Nei giorni 10 e 11 aprile sì è svolta in Olanda a l'Aja la prima riunione annuale del direttivo della European Gay Police Association.

Polis Aperta ha partecipato coi propri delegati Simonetta Moro, che ha illustrato il progetto di training elaborato per le Forze dell'Ordine italiane, e Gabriele Guglielmo.








Assemblea dei soci

Udine - 29 Marzo 2014

Si è svolta il 29 marzo a Udine, in collaborazione coi locali circoli Arci ed Arcigay Nuovi Passi, l'Assemblea dei soci di Polis Aperta preceduta da un incontro/dibattito con la comunità locale.

Nell'occasione Gabriele Guglielmo è stato eletto nel Consiglio Direttivo ed ha assunto l'incarico di secondo delegato nazionale presso l'EGPA.




     
Polis Aperta © 2015 - Tutti i diritti riservati