cosa fare con i gusci di noci mandorle e nocciole

Come smaltire i gusci di frutta secca nel modo giusto

La frutta secca non è solo un alimento perfetto per allietare i pranzi e le cene delle feste natalizie, al contrario è perfetta per essere inserita in una dieta corretta e sana.

I nutrizionisti, infatti, suggeriscono di assumere piccoli quantitativi di frutta secca ogni giorno, magari come merenda o per risolvere un improvviso attacco di fame senza fare danni alla nostra salute.

In ogni caso, una volta mangiata della frutta secca, ci ritroviamo con una certa quantità di gusci che, magari, non sappiamo dove buttare.

Dal momento che la composizione di gusci di arachidi, mandorle noci ed altra frutta secca è dura potrebbe venire il pensiero di buttarla nel secchio della spazzatura indifferenziata, questo nonostante sia un alimento.

In verità è una falsa credenza, vediamo perché.

I gusci della frutta secca hanno un tempo di decomposizione abbastanza breve e del tutto naturale, questa caratteristica li rende assolutamente idonei per la formazione del compost. Questo significa che i gusci di frutta secca devono essere gettati nei rifiuti umidi ed organici.

Stesso discorso anche per i noccioli della frutta secca i quali sono anch’essi compatibili con il compost.

E’ comunque sempre una buona idea rivolgersi al proprio Comune di appartenenza in modo da ricevere le informazioni di smaltimento previste dal Comune stesso, questo perché alcune procedure possono cambiare a seconda dell’azienda di smaltimento rifiuti.

Esiste un altro modo per smaltire i gusci della frutta secca senza causare alcun danno all’ambiente: riciclarli per curare le nostre piante.

Questi gusci sono utilizzati già da tempo ed in molti Paesi nel mondo per difendere le piante ed i fiori dal freddo.

Questa tecnica prende il nome di pacciamatura ed è un vero toccasana per i nostri giardini nei mesi più freddi.

E’ sufficiente coprire il terreno interessato con i gusci per aiutare la piante a combattere il freddo, specialmente nella zona delle radici.

L’operazione può essere fatta anche nei vasi per ottenere gli stessi risultati.

In ogni caso si può lasciare lo strato di gusci di frutta secca nel tempo, questi, infatti, andranno poi a sfaldarsi nutrendo, così la terra.

Per ottenere un risultato ancora migliore si dovrebbe stendere uno strato di gusci di frutta secca alto qualche centimetro, questo in modo da creare una vera e propria difesa contro il gelo e proteggere a lungo piante e fiori.

In questo modo è possibile smaltire i gusci nel modo giusto ottenendo, al contempo, dei benefici immediati senza spendere nulla e senza danneggiare l’ambiente.