viaggi-fotografici-attrezzatura

Viaggi fotografici, quale attrezzatura?

Approcciarsi ad un viaggio fotografico significa munirsi di ciò che è più importante per affrontare questa meravigliosa avventura.

Per un viaggio fotografico è importante avere l’attrezzatura giusta per scattare delle foto meravigliose che rappresentino a pieno quello che si vuole fotografare ma anche quello che si vuole far vedere ed esprimere con le proprie foto.

Intanto impariamo una regola: mai appesantirsi con un’attrezzatura che potrebbe risultare inutile. Quindi viaggiare leggeri è indispensabile per affrontare il viaggio ed il nostro obiettivo al meglio.

Inoltre non è importante munirsi di macchine fotografiche di ultimissima generazione (a meno che non si sta parlando di professionisti): lasciare questa esperienza per un secondo momento quando si sarà più padroni della situazione.

L’importante è scegliere un’attrezzatura adatta sia alle nostre esigenze e sia a quelle del viaggio che si affronterà. Poi sarà l’esperienza a farci imparare le regole e a sapersi adattare per sfruttare l’attrezzatura che si ha sottomano.

Sei un principiante? Ecco da dove partire!

L’attrezzatura giusta per iniziare è:

  • Una macchina fotografica che sia in grado anche di realizzare dei video, super leggera, compatta e con un ottimo sensore e luminosità in modo tale che possa fotografare bene anche con poca luce (situazione molto facile per i viaggi in giro per il mondo);
  • Una macchina fotografica che permette di scattare foto sottacqua ad una profondità di anche 10 metri. L’inconveniente, in questi casi, è che la camera fa notare dei riflessi blu quindi sarebbe il caso di usare un filtro rosso per bilanciare i colori ed avere una luce migliore. Per fare immersioni ancora più in profondità è consigliabile usare il case.
  • Gli obiettivi devono essere compatti con teleobiettivi, massima apertura e zoom standard che siano ottimi a catturare colori e luminosità ad alta definizione;
  • I cavalletti di risoluzione piccola e leggera in modo da essere trasportati facilmente sia agganciati allo zaino o ad una borsa che al loro interno e spostati con facilità. E’ importante che si possano anche posizionare in supporti o anche essere incastrati in mezzi di fortuna trovati sul posto come alberi o muretti;
  • Le schede SD sono molto importanti perché se si affronta un viaggio fotografico si è interessati a scattare foto a go-go quindi la memoria delle macchine fotografiche saranno sempre piene. A questo punto è opportuno svuotarle e scaricarle su altre memorie.
  • Il faro rende le foto perfette perché è in grado di eliminare anche la minima ombra che si forma sotto gli occhi: quindi per una foto “pulita” è necessario che se ne abbia uno dei migliori a disposizione.

L’attrezzatura, dunque, è pronta! E se avete bisogno di spunti per il vostro primo tour date un’occhiata ai viaggi fotografici proposti da VIAGGIEMETE, in collaborazione con i migliori tutor professionisti.

Se la prima volta preferite rimanere in zona, sono anche disponibili numerosi tour e itinerari fotografici in Italia, alla scoperta del Belpaese, come probabilmente non l’avete mai visto!

Ti potrebbe interessare anche