terra silicea come si usa in omeopatia

Omeopatia e terra silicea: usi, benefici e controindicazioni

Quando si parla di omeopatia, spesso si parla anche di terra silicea. Si tratta di un elemento non noto a tutti. Quello che non si conosce, soprattutto, sono le caratteristiche di questo elemento e anche quelli che sono i benefici e le controindicazioni dello stesso. Risulta, quindi, utile fare il punto della situazione.

Cos’è la terra silicea, in che casi si usa e quali sono le controindicazioni a cui prestare attenzione?

La prima cosa da dire, ancor prima di entrare nei dovuti dettagli, è che questo è un elemento naturale ricco di acido silicico, che ristruttura unghie e capelli e che fa molto bene alle ossa.

Terra silicea: tutto quello che si deve sapere

Alla luce di quanto detto, quindi, ci si deve domandare in primis dove si trova questo elemento naturale. La terra silicea è reperibile in alcune alghe unicellulari e, per la precisione, nei gusci delle diatomee che hanno una sorta di astuccio siliceo. Queste, quando muoiono, lasciano il guscio sul fondale marino, creando così un’argilla che è proprio la terra silicea. In omeopatia questa sostanza è molto utilizzata.

In che modo e per quali scopi? Questa è una delle domande che vengono poste più spesso. Lo vediamo subito nel dettaglio.

La terra silicea, grazie alle sue caratteristiche, è molto utilizzata soprattutto per i trattamenti dei disturbi osteorticolari e questo significa, quindi, artrite, artrosi. Molto utile anche per aiutare la guarigione di fratture ossee e per curare l’osteoporosi. Come detto, poi, questa sostanza è molto utile anche alla crescita e alla salute di unghie e capelli, così come anche di denti, ossa, pelle, tendini e non solo, perché è importante anche per i polmoni.

Se il nostro organismo è in deficit di acido silicico si verifica un indebolimento di ossa, unghie, capelli, ma anche dei vasi sanguigni. Si deve anche sottolineare che se ci sono delle ferite, questo elemento è in grado di andare a bloccare l’avanzata di agenti patogeni, andando a cicatrizzare il tutto.

Si deve, infine, segnalare che si usa anche su rughe e smagliature. Un elemento multi funzionale quindi, che non può mancare al nostro organismo.

Tuttavia, alla luce di tutti questi benefici, non si deve fare l’errore di pensare che non ci siano delle controindicazioni. Vediamo, quindi, in quali casi è preferibile non assumere la terra silicea e, soprattutto, quali sono le accortezze da prendere.

Si deve, pertanto, andare a sottolineare che in concomitanza con l’assunzione di questo elemento si deve bere molta acqua e questo per il silicio tende a legarsi ai liquidi. In questo modo, quindi, entrerà in circolo più facilmente. Inoltre, si deve ricordare che, sebbene non siano stati rilevati degli effetti collaterali, se ne dovrebbe evitare l’uso in caso di nefropatie e di rene artificiale.

Alla luce di quanto detto, è possibile dire che l’utilizzo di terra silicea è da prendere in considerazione se si hanno i problemi che questo elemento si prefigge di curare anche se, come sempre, si deve fare tutto dietro consiglio di uno specialista del settore.

Ti potrebbe interessare anche