Come scegliere un furgone: qualche consiglio utile

Per un professionista e per un lavoratore autonomo, la scelta del furgone non è per nulla banale, anzi. Si tratta infatti di scegliere il mezzo al quale si farà affidamento negli anni, per lavorare e per raggiungere i clienti. Per questo motivo è bene puntare su un prodotto che sia davvero affidabile e che sia in grado di durare nel tempo, se necessario personalizzato con un allestimento secondo le necessità del lavoro. In ogni caso, l’acquisto di un furgone è un investimento a tutti gli effetti sia per una piccola azienda che per un lavoratore autonomo. La scelta di un prodotto che non rispecchi le proprie reali esigenze può comportare una serie di problemi a livello pratico, può comportare costi nel futuro e anche dei danni, perché non si è in possesso di un veicolo adatto allo svolgimento dell’attività professionale. Scegliere bene, quindi, è davvero importante. Ma che cosa bisogna tenere da conto quando si procede alla scelta del furgone? Ecco qualche indicazione utile da non dimenticare, quando si tratta di comprare un furgone per il lavoro.

 La motivazione nella scelta

Innanzitutto bisognerebbe sempre domandarsi quale è la motivazione della scelta di un furgone. Perché avete bisogno proprio di un veicolo di questo tipo per lo svolgimento dell’attività lavorativa? Domandarselo è molto importante. All’interno della categoria ‘furgone’ è possibile poi identificare davvero tantissimi veicoli, quindi bisogna valutare di che tipo di prodotto si ha bisogno. Serve un piccolo ed agile van o un furgone da adibire al trasporto della merce? Ovviamente ci sono delle sostanziali differenze di prodotto e di prezzo. Esistono furgoni ad ampio carico, alcuni invece che sono attrezzati ad hoc per lo svolgimento di alcune attività lavorative, come quelli per l’idraulico o per l’elettricista (e per allestire un furgone da lavoro fai da te è sempre bene rivolgersi ad una ditta specializzata ). Insomma, si tratta di una panoramica davvero ampia sui possibili prodotti che si possono utilizzare, ai quali ricorrere.

 Nuovo o usato?

Ovviamente bisogna anche scegliere se fare riferimento ad un furgone nuovo o usato. Il mercato dell’usato è davvero molto ampio e gode di un buon ricambio, per cui è possibile trovare delle buone occasioni. Se si cerca un prodotto anche usato, ma tenuto bene e a buon prezzo, per spostamenti limitati nel tempo, l’usato può essere una scelta. Se invece siete alla ricerca di un mezzo molto affidabile e che sia in grado di garantire una durata nel tempo, allora forse è meglio fare riferimento al mercato del km 0 o del nuovo.

 Noleggio o acquisto?

Procedere al noleggio di un furgone o al suo acquisto? Entrambe le soluzioni hanno pro e contro. A lungo andare il noleggio potrebbe essere una soluzione economicamente meno conveniente dell’acquisto, ma se avete appena cominciato un’attività e preferite non impegnarvi al 100%, allora può essere una buona soluzione. Esiste anche una soluzione come il noleggio a lungo termine che può sposare le esigenze di chi cerca un noleggio che sia anche conveniente, e di chi non vuole ancora procedere all’acquisto del veicolo.

 Allestimento del furgone

Un aspetto fondamentale del furgone di un professionista consiste nel suo allestimento, cioè nella predisposizione di spazi personalizzati all’interno del van per poter svolgere al meglio la propria attività professionale. L’allestimento può essere effettuato da parte di ditte specializzate nel settore, che possono ascoltare tutti i vostri desideri di personalizzazione del furgone e procedere a renderlo unico per la vostra attività professionale, come lo avete sempre sognato e desiderato. Tutto quello che dovete fare è chiedere un preventivo di allestimento del furgone.