Lobectomia polmonare quando è necessario farla

Lobectomia polmonare: quando serve e quale è il decorso post operatorio

Una lobectomia polmonare è un intervento chirurgico per rimuovere uno dei lobi dei polmoni. Nello specifico, i lobi sono sezioni dei polmoni: il polmone destro ne ha 3, quello sinistro ne ha 2. Una lobectomia può essere eseguita quando c’è un problema localizzato in una parte di un polmone: in questo caso il lobo interessato viene rimosso e il restante tessuto polmonare sano può funzionare normalmente.

Nella maggior parte dei casi, durante una lobectomia polomonare, viene effettuata l’incisione soltanto a livello del lobo interessato. Spesso è fatta sulla parte anteriore del petto, sotto il capezzolo, e avvolge la parte posteriore sotto la scapola. Il chirurgo accede alla cavità toracica attraverso le costole scoperte per rimuovere il lobo.

Quando c’è bisogno di una lobectomia?

Un lobo polmonare può essere rimosso per evitare la diffusione di una malattia all’intero polmone, come ad esempio in caso di tubercolosi o di alcuni tipi di cancro. In particolare, alcune malattie che possono essere trattate con la lobectomia sono:

– Tubercolosi: un’infezione batterica cronica in corso che di solito infetta i polmoni.
– Ascesso polmonare: una zona di pus che può formarsi nel polmone. Se l’ascesso non va via con gli antibiotici, potrebbe dover essere rimosso.
– Enfisema: una malattia cronica causata dalla rottura delle fibre elastiche nei polmoni. Questo rende più difficile per i polmoni muoversi quando si respira.
– Tumore benigno: una crescita anomala che però non è un cancro. Può premere sui vasi sanguigni e influenzare la funzione di altri organi.
– Cancro ai polmoni: un tipo di cancro che può interessare i bronchi, uno o più lobi dei polmoni, il rivestimento pleurico o altri tessuti polmonari. Se non trattato, può diffondersi in altre parti del corpo.

Decorso post operatorio della lobectomia polmonare

Dopo l’operazione, potreste essere assonnati e confusi, e in caso di dolore vi sarà somministrato dell’antidolorifico. Potrebbe essere eseguita una radiografia del torace, per assicurarsi che i polmoni siano a posto. La degenza in ospedale dura diversi giorni.

Potreste aver impiantati dei tubicini vicino all’incisione per drenare aria o liquido dal torace. Questi tubi potrebbero causare dolore quando in caso di movimenti bruschi, tosse o respiri profondi; vi saranno comunque tolti prima di lasciare l’ospedale.

Potrebbe essere necessario l’ossigeno per un periodo di tempo dopo l’intervento chirurgico. Nella maggior parte dei casi, avrete bisogno della bombola di ossigeno soltanto in ospedale, ma a volte potrebbe essere necessario portarla anche a casa.

A casa, il decorso post operatorio continua mettendo in pratica esercizi di respirazione profonda e metodi per tossire, che vi saranno insegnati in ospedale, per aiutare i polmoni a ri-espandersi dopo l’intervento; questo aiuta la respirazione e previene la polmonite.

Muovetevi il più possibile mentre siete a letto, e alzatevi a camminare il prima possibile. Ciò aiuterà i polmoni a guarire più velocemente. Il decorso post operatorio della lobectomia polmonare termina quando incontrerete il chirurgo in una visita successiva, quando vi saranno rimossi i punti. I muscoli del petto e delle spalle potrebbero comunque far male, specialmente con la respirazione profonda e la tosse, anche nei giorni seguenti. Potrete prendere antidolorifici fino a che non sarà passato del tutto.

Ti potrebbe interessare anche