QR Code per fatturazione elettronica: cos’è e come funziona

La maggior parte di noi sa bene cosa sia il QR Code, gli smartphone lo utilizzano ormai da diverso tempo per collegarsi in maniera veloce ed immediata ad alcuni siti, per saperne di più ed accedere a tutte le informazioni di cui si ha bisogno.

Probabilmente chi ha ideato la fatturazione elettronica ha pensato che sarebbe stato il metodo più efficace da introdurre, per conoscere i dati di chi emette e chi riceve la fattura in formato elettronico. Effettivamente nella confusione che ha creato il sistema della fatturazione elettronica, probabilmente occorreva qualcosa che fosse già noto a tanti e che li aiutasse a prendere familiarità con questo nuovo sistema di documentazione fiscale.

Ma quale funzione ha il QR Code per fatturazione elettronic? Come si utilizza e qual’è la sua funzione?

Fattura elettronica emissione ed invio

Iniziamo chiarendo come emettere ed inviare un’e-fattura. Tale processo avviene grazie all’utilizzo di file specifici che sono stati messi a disposizione gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate e a pagamento da terze parti.

La compilazione della fattura avviene grazie a pc, tablet o smartphone, l’invio e la ricezione sono compito del Sistema di Interscambio che vigila su l’esattezza dei documenti, sulla presenza degli elementi obbligatori e quindi sulla consegna al destinatario, il quale in questa maniera non ha nessun obbligo di registrazione, considerando che avviene in via automatica.

Fattura elettronica QR Code: cos’è e come funziona

Molti di voi conoscono già il QR-Code utilizzato per avere in maniera rapida una serie di informazioni specifiche. Il processo avviene grazie alla lettura del QR-Code attraverso la fotocamera dello Smartphone, che in maniera immediata crea un collegamento per l’apertura di una pagina web.

Il QR Code è il nipote del più noto codice a barre, ma bidimensionale e in tale formato è possibile generare il codice legato alla fattura elettronica. La creazione deve essere fatta da chi ha genera la fattura e ha partita IVA. Potrà in questa maniera fornire il suo codice in maniera molto semplice

Il fornitore tramite smartphone rileva il QR Code nel momento in cui si accingerà a compilare la e-fattura acquisendo in maniera automatica tutti i dati del suo cliente, senza dover procedere alla compilazione manuale dei campi. Il tutto per velocizzare ancora di più  le pratiche della fatturazione elettronica.

A cosa serve il QR Code

Grazie al QR Code si possono avere una serie di informazioni sul proprio cliente in maniera completamente automatica, nello specifico, esso contiene:

  • informazioni anagrafiche;
  • codice destinatario o PEC.

Tutte le informazioni sono essenziali per la compilazione dei documenti che riguardano un determinato soggetto.

Come si genera il QR-Code

Il Qr Code può essere generato grazie all’applicazione specifica che è stata rilasciata dall’Agenzia delle Entrate. Il codice potrà poi essere letto grazie all’applicazione della Fattura Elettronica che è presente nella sezione del sito dell’Agenzia delle Entrate, denominata “Fatture e Corrispettivi”, ma anche grazie ad applicazioni e programmi ricavati da terze parti a pagamento con i quali si procede alla compilazione e all’invio delle e-fatture.